Inquinamento – parte 2

L’inquinamento

L’inquinamento elettromagnetico – Seconda parte.

(ulteriori approfondimenti nei miei corsi di astrologia, dal vivo o i video corso)

Abbiamo compreso, nella prima parte di questo articolo, come l’inquinamento possa non limitarsi alla materia, alla terra, all’aria, all’acqua.

Ma possa assumere una forma più sottile, più subdola, meno “percepibile” dall’uomo; quella elettromagnetica.

Ho accennato, nel primo articolo, come l’uomo sia circondato dalla radiazione elettromagnetica emessa da tutti quegli apparecchi, per la verità inutili, ma di cui pare non possa più fare a meno: televisioni, cellulari, radio, wifi ecc. Tutti aggeggi questi che dovrebbero servire per mettere l’uomo in comunicazione. Ironia della sorte invece, servono solo ad isolarlo maggiormente.

Sappiamo che gli Antichi Alchimisti consideravano l’etere come un mercurio, cioè un mezzo attraverso il quale le energie celesti giungono fino a noi. Non a caso il pianeta Mercurio non si discosta mai più di tanto dal Sole, in modo da poter trasmettere le sue influenze nel sistema solare.

Nel corpo umano, per analogia, Mercurio ha le stesse funzioni, cioè quelle di trasmettere e ricevere le informazioni. In mitologia, Mercurio, era il messaggero degli Dei, che si occupava di portare le informazioni tra le varie Potenze in gioco. Dentro ognuno di noi (nell’etere e nel sistema solare per analogia) funziona ugualmente: trasmettere i messaggi attraverso il sistema nervoso. Questa funzione è esattamente riconducibile a Mercurio, non certo il pianeta in cielo, ma la Potenza astrologica.

Possiamo rilevare, con pacifica facilità, che l’eccitazione che troviamo nel Mercurio etere, quello completamente inondato dai campi elettromagnetici prodotti dai nostri apparecchi, è analogicamente rilevabile nel Mercurio uomo, con il suo sistema nervoso costantemente eccitato dalle stesse apparecchiature, ma non più nel corpo energetico bensì nel corpo mentale, quindi ad un livello ancora più alto.

Basti osservare l’uomo nei suoi comportamenti: sempre fisso davanti alla TV o allo schermo di un cellulare, tanto è assuefatto dall’eccitazione del suo sistema nervoso. Costantemente frenetico, costantemente di corsa. Incapace di rimanere concentrato sul medesimo argomento per oltre qualche secondo. Sempre più attratto da cose superficiali e sempre meno capace di scendere in profondità. Sempre più Mercurio, e sempre meno Giove.

Va molto di moda Facebook, perché? Perché le notizie sono brevi ed immediate,

quasi sempre una sola immagine, senza bisogno di approfondire niente. Ti colpisce per qualcosa, la osservi uno o due secondi e passi alla prossima. Mercurio allo stato puro, costantemente bombardato da informazioni ed emozioni per poi passare immediatamente a qualcos’altro. E siamo cosi assuefatti a questo sistema di vita che non riusciamo a stare senza. Non ci credi? Prova a togliere la televisione ad un anziano o il cellulare ad un giovane e osserva le reazioni.

E cos’altro possiamo osservare a riprova di questo Mercurio cosi pesantemente sballato? Il comparire e dilagare di tutta una serie di malattie degenerative di cui fino a pochi anni fa, quando la tecnologia non era cosi diffusa, non si avevano notizie. Diabete presente anche nei bambini, SLA, perdita di concentrazione, Alzheimer, Parkinson. Tutte riconducibili principalmente al modo malsano di vivere la nostra vita e gestire il nostro Mercurio. Mercurio va domato e controllato; non può essere lui a controllare noi come in effetti avviene.

Dunque cosa fare?

Innanzitutto prendere atto della gravità e complessità della questione. Poi abbandonare tutto il futile. Tutto il superfluo e l’inutile. Usare l’acqua corrosiva (cosi fu chiamata) della natura. Quindi passeggiate, gite, ritrovi nei boschi. Senza cellulare perché, fidati, non ti serve. Non ti servirà Facebook, non ti servirà Instagram o altro, perché sono davvero inutili ed anzi dannosi.

L’alimentazione deve essere il più naturale possibile. Puoi magari cominciare con l’eliminare il microonde dalla tua alimentazione, ed aggiungere un fuoco vero per la cottura degli alimenti.

Non credere che una dieta salutare sia quella che predilige gli alimenti crudi. La dieta ideale è quella che rispetta i cicli naturali del Sole, dunque non è necessario cuocere quello che è stato raccolto dopo il Solleone, mentre è bene cuocere ciò che viene raccolto prima. La questione degli zuccheri ed amidi che si trasformano in sostanze solari quali Alcol e Olio viene affrontata nei miei corsi di Astrologia (www.astrologiaebenessere.com/eventi) ed è basilare per capire come agire nei confronti del cibo quale primaria fonte energetica per l’Uomo.