Da cosa dipende la concentrazione e che ruolo gioca Mercurio in questo

Forse ti è capitato di accorgerti che per te è molto facile e frequente distrarti; la distrazione è una tua caratteristica!

Magari ti trovi in una di quelle situazioni in cui bisognerebbe rimanere ben concentrati. Ad esempio quando studi un testo, quando devi imparare a memoria qualcosa, o comprendere un concetto. E invece niente: continui a distrarti. Continuamente i tuoi pensieri si perdono in sciocchezze, vengono attratti di qua e di la, come una barca in mezzo alla tempesta.

Sembra incredibile come, nonostante le migliori buone intenzioni, magari il tempo di concentrazione può valutarsi non più di qualche secondo. Da cosa dipende questa condizione? Come mai qualcuno riesce a concentrarsi sui suoi obiettivi, mentre altre persone, egualmente intelligenti, fanno molta più fatica e sono continuamente distratti da qualche pensiero, da qualche avvenimento attorno a lui?

la distrazione è sempre dietro l’angolo

L’Uomo ed il suo complesso sistema vitale risponde a sette principali Forze o Leggi che, quando sono in equilibrio, donano energia e salute.

Uno squilibrio di una o più delle sette Forze, che gli antichi chiamavano Pianeti, si manifesta con un problema, sia a livello fisico che mentale, emotivo ed energetico. Si ripercuote dunque su tutti i corpi dell’Uomo con forza differente a seconda di quale sia l’elemento preponderante, se Fuoco, Aria, Acqua o Terra.

Come ci insegna la “vecchia” Astrologia, la sola di cui parlo in tutto il mio sito di Astrologia e Benessere, esiste dentro ogni uomo (ed in cielo, secondo la legge “Come in alto cosi in basso”) una Forza che possiamo chiamare Mercurio. Essa si occupa di gestire i nostri sensi ed il nostro sistema nervoso. Certo, detto cosi è molto riduttivo ed anche un po’ inesatto. Per approfondire a pieno l’argomento Mercurio devo indirizzarti ad uno dei miei corsi base di Astrologia esoterica.

Quando questa legge, questo Mercurio, non è frenato da nulla, o nel tema natale si trova in una brutta posizione (in caduta o in esilio, oppure anche esaltato), il suo comportamento diventa anomalo. La persona con questa condizione astrologica non riuscirà ad essere lucido e veloce nei ragionamenti. Oppure, al contrario, anche troppo veloce ed appercettivo di ciò che la circonda. Potrà, in questo secondo caso, avere occhi ed orecchie in ogni dove. Sentire, ad esempio, la vicina di casa che sussurra qualcosa al di la del muro. Leggere un testo e contemporaneamente ascoltare un amico che parla.

Ma non sono tutte “rose e fiori”. Un Mercurio cosi espanso, cosi forte, cosi esaltato, sarà eccitato per ogni pensiero, per ogni avvenimento. Ogni cosa avrà la forza di distrarre la persona. Il risultato? Questo Mercurio farà si che la persona interessata dal tema natale, sia sempre in fervore mentale, mai fermo, mai nello stesso posto due volte. Capace di fare più cose contemporaneamente ma mai una fatta per bene; mai concentrato su un obiettivo preciso per più di pochi secondi. In altre parole: disattento e distratto.

scarsa capacità di concentrazione? E’ Mercurio troppo forte

Dunque cosa possono fare colori i quali si ritrovano in questa descrizione? 

Anche tu ti ci ritrovi? Pensi di avere grandi capacità ma sei costantemente distratto dagli eventi e dai pensieri?

Beh ci sono diverse cose da fare per migliorare la situazione. Innanzitutto va osservato il piano natale per capire se il problema della distrazione è data davvero da Mercurio piuttosto che da altri pianeti, come magari Marte, la cui mancanza può generare scarsa valutazione di se stessi; oppure Giove, la cui posizione sfavorevole può generare paura o indecisione.

Se la continua distrazione e mancanza di concentrazione dovesse dunque avere origini in Mercurio, allora è su questa legge/pianeta che puoi lavorare, naturalmente con le piante di Mercurio, per regolarizzare i sensi, unite a quelle di Giove per stimolare l’azione cerebrale e quelle di Saturno per aumentare la concentrazione.

Attenzione a queste ultime perché, tra le piante saturnine, ve ne sono un gran numero di tossiche, alcune leggermente tossiche mentre altre mortali.

Puoi usare, ad esempio, la Melissa in unione con Menta, Timo Serpillo, Santoreggia e Pino Silvestre.

Tieni comunque presente, che un forte aiuto alla concentrazione arriva dal concetto di “qui e ora”. Se riesci a renderti conto che non esiste passato e non esiste futuro, ma solo il presente, sicuramente riuscirai a rimanete più attivo e “presente” in ciò che fai. In sostanza, più concentrato.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.